Come indicizzare le immagini su Google

Come fare per indicizzare le immagini e le foto su Google?

Ti sei chiesto come indicizzare le immagini e le foto su Google? Bene sei nel posto giusto, ti spiegherò in pochi passi come fare per indicizzare le immagini del tuo sito e fare in modo che gli utenti le trovino sui motori di ricerca. Se per la tua attività è importante farti trovare dagli utenti nella ricerca di Google immagini, puoi usare queste semplici istruzioni per indicizzare tutte le tue immagini su Google.

Perché è importante indicizzare le immagini?

Se sei un fotografo di matrimoni o vendi arredi, se vendi abbigliamento o qualsiasi prodotto correlato direttamente ad un aspetto emotivo, sarà fondamentale per te avere le giuste immagini posizionate sulle principali chiavi di ricerca.

Le immagini influenzano molto la scelta dell’utente che è sul web alla ricerca di una risposta alla loro esigenza.
Facciamo un esempio concreto, devo arredare casa, ma non ho la più pallida idea di come fare per comporre al meglio i mobili dei singoli ambienti di casa, posso però andare su Google Immagini e cercare ispirazione e idee d’arredo, in modo da farmi un idea su che tipologia di arredo comprare, in base ai moltissimi suggerimenti che posso trovare.
Molti utenti difatti, in funzione della loro esigenza, possono ricercare direttamente su Google immagini.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è che per alcune chiavi ricercate da un utente su Google, la serp viene arricchita dalle 4 alle 5 immagini, correlate ovviamente alla chiave ricercata. Questo perché effettivamente da un servizio migliore all’utente che sta ricercando:

indicizzare foto su Google

Ma come fare per indicizzare le immagini di un sito su Google?

Procediamo con un esempio per chiarire meglio la logica.
Siamo un negozio d’arredo con sede ed esposizione a Parma e vogliamo attirare nuovi clienti attraverso le bellissime immagini delle nostre cucine moderne.

Partiamo innanzi tutto dalla chiave di ricerca che vogliamo legare all’immagine che carichiamo.

In questo caso potremmo voler posizionare la nostra immagine per la chiave local “cucine moderne Parma”.

Definita la chiave, prendiamo la foto sul nostro Pc e rinominiamola prima di caricarla sul sito con al chiave scelta, con l’unico accorgimento che, al posto degli spazi andremo ad inserire il “-“.
Questo per fare in modo che l’url della nostra foto, una volta caricata, sia pulito in quanto gli spazi negli url non sono ovviamente consentiti.
Per rinominarla clicchiamoci sopra con il tasto destro del mouse e scegliamo “rinomina”.
Ecco ora la nostra immagine rinominata correttamente: “cucine-moderne-Parma.jpg”.

Andiamo ora sul nostro sito web e costruiamo una nuova pagina, sempre legata alla chiave che vogliamo posizionare, nominiamo quindi la pagina (attraverso la gestione dell’url) con:
www.miosito.it/cucine-moderne-Parma/

Diamo lo stesso titolo alla pagina: Cucine moderne Parma, e scriviamo un testo abbinato all’immagine che andremo poi a caricare. Il testo dovrà descrivere al meglio quello che è l’immagine, che cosa rappresenta, a cosa serve, a cosa è legata, …

E per ultimo inseriamo accanto al testo, l’immagine che abbiamo rinominato precedentemente.
Se utilizzate WordPress, avete anche la possibilità di gestire due attributi dell’immagine molto importanti per il posizionamento della stessa su Google: l’attributo “alt” e il “title“.
Anche in questo caso andiamo a compilarli inserendo esattamente la chiave di ricerca attribuita già alla foto.

Perché è importante eseguire tutti questi passaggi per il posizionamento su Google immagini?

Google non riesce ancora ad interpretare al 100% il contenuto di foto, le uniche istruzioni che riesce a leggere in quanto testo, sono esattamente quelle che abbiamo inserito nell’esempio sopra riportato: il nome dell’immagine, l’alt e il title. Inserendo poi l’immagine in un contesto di contenuto idoneo e legato dalla stessa argomentazione, questo la rafforzerà ulteriormente, permettendovi, CON IL TEMPO, di raggiungere le prime posizioni anche con le vostre immagini.

Alcuni suggerimenti utili

  • Non caricare immagini troppo pesanti sul sito, in quanto potrebbero rallentarne il caricamento delle pagine
  • Controlla che la risoluzione dell’immagine sia a 72 dpi (risoluzione ottimale per gli schermi)
  • Una volta pubblicata la nuova pagina con la nuova immagine, non sarà subito visibile su Google, ma dovremmo attendere il tempo tecnico di lettura, indicizzazione e successivo abbinamento alla chiave di ricerca più idonea. Questi tempi possono variare a 1 settimana a tre mesi, in funzione di differenti fattori, non forzabili. L’unico metodo per velocizzarne la lettura e l’indicizzazione è la segnalazione della nuova pagina a a Google.

 

!Attenzione!

Le istruzioni sopra indicate sono legate ad aspetti SEO, per cui oltre alle logiche sopra indicate, entreranno poi in gioco nel posizionamento dell’immagine, molti altri fattori, come per esempio, pertinenza e autorevolezza del dominio sul quale stiamo pubblicando, contenuto idoneo e curato abbinato all’immagine, concorrenza, back link, …


[Voti: 2    Media Voto: 5/5]


Commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *